Master of Photography: quando fotografare diventa un talent show

La fotografia è diventata una cosa mainstream: lo testimonia il fatto che c’è gente che chiede a me se sono una fotografa, con sommo disappunto dei miei amici che qualcosa l’hanno studiata davvero. Ma è una cosa della quale si può solo prendere atto, come dell’aumento di prezzi di Zara o dell’omosessualità di Roberto Bolle: la situazione è questa, è inutile struggersi o lamentarsi sui social. Anche perché, comunque, Roberto non si sarebbe messo con nessuna di noi, diciamocelo.

Adesso che tutti ci sentiamo fotografi perché abbiamo mille like su Instagram, che abbiamo preso un gatto solo per poterlo fotografare con addosso gli orologi che ci regalano, che mangiamo pancake tutte le mattine per poterli immortalare insieme ai frutti rossi e ai tovaglioli Ikea sui pallet ridipinti di bianco, anche quei geniacci di Sky Arte si sono accorti di quanto sia appassionante – nonché economicamente conveniente – quest’hobby, e sono pronti a lanciare un talent show dedicato. E si capisce che parlino con noi da manifestini come questi, indubbiamente molto efficaci:#MoP_KV_FB_10

Si chiamerà “Master of Photography”, e sarà il primo talent show europeo riservato a fotografi amatoriali e professionisti in onda nella primavera del 2016, contemporaneamente su Sky in Italia, UK, Irlanda, Germania e Austria. In palio l’organizzazione di una mostra personale, un catalogo e 150 mila euro, mica bruscolini.

Sky sta cercando in tutta Europa i 12 fotografi, professionisti o amatoriali, che faranno parte del cast della trasmissione. Vogliamo provare a metterci alla prova, e ad entrare nell’olimpo dei fotografi veri per disprezzare tutti quelli che usano l’iPhone? Le selezioni sono aperte dal 10 novembre al 10 dicembre 2015 sul sito http://www.masterofphotography.tv: per iscriversi basterà compilare un form e inviare una selezione di almeno 5 scatti e un breve video di presentazione, dove – si spera – dimostreremo la nostra telegenia ed il nostro savoir-faire davanti ad un obiettivo. Motivo per cui la mia candidatura è probabile come la neve che cadrà ad agosto (per citare aulicamente Gigi D’Alessio), ma voi fatelo subito, sarà divertente. E vi giuro che non riderò di nessuno.

Già ci vedo, davanti ad una giuria composta da esperti che si chiedono perché fotografiamo panni stesi, litigare per le foto copiate, lamentarci delle preferenze del regista, tirare i capelli dei più fotogenici perché così almeno di spalle verranno brutti, piangere e abbracciare chi viene eliminato con la sincerità con cui ci complimentavamo prima con i suggeriti di Instagram. E i nostri detrattori sfigati che ci sparlano su Twitter facendoci andare in trend topic.

Sarebbe un mondo migliore, dove l’arte incontra la televisione, la saluta, si allontana disgustata ma poi, tutto considerato, restano amiche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...