Scarpe per ragazze basse e povere

Questo è un post inusuale. Inusuale, innanzitutto perché non è frequente che qualcosa venga alla luce in questo spazio, data la discontinuità che caratterizza qualsiasi (o quasi) mia attività; in secondo luogo, perché parla di scarpe, quindi in senso lato di moda, materia della quale ho scarsissima cognizione. In compenso, ho uno spiccato senso estetico e ho ostentato la mia vanità prima di aver imparato a camminare, quindi non ha paura di dire la mia sull’argomento.

Scrivo per condividere il frutto di una lunga ricerca, che ha preso avvio da una presa di coscienza che mi ha cambiata profondamente. Se anche tu sei una ragazza alta meno di un metro e sessantacinque e con una corporatura normale, mi rivolgo a te, continua a leggere perché è importante.

A noi, le scarpe fighe e comode da giorno (perché i tacchi a spillo solo se sei una segretaria con gli occhiali che si fa sposare da un avvocato) stanno male. La moda di ballerine, mocassini, oxford shoes e sandali rasoterra è un’invenzione del demonio (ovvero, delle ragazze alte) per renderci inferiori e farci credere che mai e poi mai potremo essere alla loro altezza. Cosa che, per carità, è letteralmente vera, ma non è vero che non abbiamo mezzi a disposizione per rimediare a tutto questo. Non dobbiamo piegarci alle sporche regole delle alte e filiformi, dobbiamo crearne di nuove, dalle forme pienotte e tondeggianti.

Sono, opportunamente, tornate di moda le granny shoes, ovvero le scarpe della nonna. Un modello delizioso per chi è già vecchia dentro, ma che anche tutte le altre dovranno farsi piacere, perché “melio cambiare, no?”. Tonde o a punta, con tacco largo e medio, ricordano le scarpe di Paperina e hanno l’indiscusso merito di non farci rovinare per terra mentre camminiamo distrattamente scattando foto per Instagram, ma per quel che più rileva non ci fanno sembrare arancini vestiti e con i piedi.

Dopo una lunga ricerca, io ho trovato il modello che volevo, ma metto qui, a disposizione dell’umanità, il risultato delle mie lunghe ricerche e pinnate compulsive; poiché al giorno d’oggi la più ricca fa la social media manager, sono tutti modelli sotto i 50 euro, facilmente reperibili e adatti per la primavera/estate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Disclaimer: questo non è un post sponsorizzato ed è solo frutto delle mie ore di cazzeggio quotidiano su internet. Non ho mai detto che queste scarpe siano, oltre che stabili, comode, e probabilmente la prima volta che le indosserete lacrimerete sangue, ma questo per il genere femminile è la normalità, spero concordiate con me.

A presto, compagne di sventura!

 

Annunci

2 pensieri riguardo “Scarpe per ragazze basse e povere

  1. Ti abbiamo praticamente appena scoperta e già sei riuscita a strapparci un sorriso.. Di quelli veri e semplici e quindi grazie! I tuoi post sono davvero ricchi di ironia semplice ma che allo stesso tempo è un punto fermo nei tuoi articoli, oltre che tutti spunti di argomento utilissimi e attuali! Ci tenevamo a dirtelo e quindi che ti seguiremo d ora in poi :)!
    Un bacione :-*.
    Monica & Tatiana.

    Ambitionofstyle.blogspot.com

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...