Un post frivolo in occasione dell’estate

Ho passato le estati dei primi anni della mia vita  a fare orribili castelli di sabbia, giocare alle sirenette e raccogliere meduse lasciandole ad essiccare sulla battigia (no, non ne vado fiera). Quelle dell’adolescenza sono trascorse tra bagni a giorni e orari improponibili, ore passate a dormire al sole incurante di segni del costume, tatuaggi tamarri con l’hennè, lotte a piramide con divieto di slacciamento del pezzo di sopra.

Fino ai 18 anni la sola cosa che mi spalmavo (involontariamente) addosso prima di espormi al sole era l’olio delle patatine fritte, e stavo bene.

Poi, la maturità, la consapevolezza del tempo che passa e il comparire di macchie, lentiggini, la resa alla protezione solare. 10,20,30, fino ad arrivare a 50.

È un percorso di accettazione lungo e difficile, ma bisogna compierlo, perché non vogliamo arrivare a quarant’anni come Patty e Selma Bouvier.

Quest’anno mi ha aiutata Bottega Verde, con la linea “sol protezione +”, che trovate qui. Protezione 50+ per il viso e 30+ per il corpo, dopo sole dalla texture leggera e delicata, profumo delizioso e principi attivi quali liquirizia di Calabria e petali di girasole .

Cappello di paglia, costume intero sexy ma un po’ da vecchia che mi sta orrendamente, mattonazzo da leggere: la mia estate può finalmente cominciare.

Buzzoole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...