De importantia streaming, ossia tre serie tv da non perdere su Netflix

La mia passione per i programmi trash, quali Pechino Express, il festival di Sanremo e lo streaming delle assemblee e direzioni del PD, è nota ai più e ben documentata sul mio profilo twitter, caso di scuola della psicosi collettiva da livetwitting; ogni tanto, però, quando mi rendo conto che il mio linguaggio è divenuto troppo… Read More De importantia streaming, ossia tre serie tv da non perdere su Netflix

Un post frivolo in occasione dell’estate

Ho passato le estati dei primi anni della mia vita  a fare orribili castelli di sabbia, giocare alle sirenette e raccogliere meduse lasciandole ad essiccare sulla battigia (no, non ne vado fiera). Quelle dell’adolescenza sono trascorse tra bagni a giorni e orari improponibili, ore passate a dormire al sole incurante di segni del costume, tatuaggi tamarri… Read More Un post frivolo in occasione dell’estate

Scarpe per ragazze basse e povere

Questo è un post inusuale. Inusuale, innanzitutto perché non è frequente che qualcosa venga alla luce in questo spazio, data la discontinuità che caratterizza qualsiasi (o quasi) mia attività; in secondo luogo, perché parla di scarpe, quindi in senso lato di moda, materia della quale ho scarsissima cognizione. In compenso, ho uno spiccato senso estetico e ho ostentato la mia vanità prima… Read More Scarpe per ragazze basse e povere

Master of Photography: quando fotografare diventa un talent show

La fotografia è diventata una cosa mainstream: lo testimonia il fatto che c’è gente che chiede a me se sono una fotografa, con sommo disappunto dei miei amici che qualcosa l’hanno studiata davvero. Ma è una cosa della quale si può solo prendere atto, come dell’aumento di prezzi di Zara o dell’omosessualità di Roberto Bolle: la situazione… Read More Master of Photography: quando fotografare diventa un talent show